lunedì, dicembre 19, 2011

Bagatelle.


i.

«J'ai baisé ta bouche»


Mangiami a Pasqua 

Ha a che vedere col desiderio

Ingigantisco il porto 
qualcosa s’incrosta ai pontili
il sartiame si tende, si accorda
Gli occhi mi diventano azzurri 
e il mio corpo non odora di sudore 


Vorrei la tua saliva, sotto la mia lingua 

ii.

Fammi dondolare-cavalluccio sulle ginocchia
fammi sembrare vivo mammaSalomè

Oggi ho diciotto anni 
sento i capelli sul collo
e immagino siano le tue mani

iii.

Scopavo. E poi piangevo
Era il momento in cui mi sentivo più solo
e l’unico in cui riuscivo ad addormentarmi

Etichette:

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page