mercoledì, dicembre 14, 2011


"DONNA RUBIZZA" Michaela D'Astuto
«Il mio amore è sempre triste.» 1
I bimbi negri, Caroline smaccate
sulla soglia del cinema pornografico
dei clienti bianchi. Nelle vie portavano
la fame e la pace che si ha
quando ci si addormenta su un prato al sole.
«Davvero, come ti bacio diventi triste.»
Al Corpus Cristi la sirena aveva pesci per capezzoli.
Era un vecchio incurvato dal chiasso 
cucchiai, pentole, tamburi e scimmioni
l’amore che gli esseri umani sembravano 
nutrire l’uno per l’altro.

(1.Bataille.)

Etichette:

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page