giovedì, febbraio 23, 2012

“Tutta l’eccitazione si rifugia nella speranza 
di vedere il sesso”

qualcosa era come di burro.
Se mi avessi guardata, accavallavo
facevo l’iniziale del tuo nome
con la fica, che avremmo – cortesemente
chiamato fiducia.



*


Allegato: 
001.Illustrazione di uomini che odiano le donne; 
002.La dormiente di Renoir;
003.Non so cos'è a me sembra un cuore, probabilmente un verme;
004.Scudetto di una vecchia Giulietta, trovato su Ebay;
005.Metamorfosi- Dipinto di Stefano Busonero;
006.Motore di una nuova Giulietta.
Pescatore, G. Sordi. 


Etichette:

5 Commenti:

Blogger kovalski ha detto...

che splendore di reazioni fisiche, e sommovvimenti...

23/11/12 12:08 AM  
Blogger kovalski ha detto...

la fica chiamata fiducia è da applausi

e da perdersi d'emozione, e esserne l'oggetto

3/12/12 10:07 PM  
Blogger kovalski ha detto...

quando il corpo sa farsi poesia.

2/1/13 9:20 PM  
Blogger Giuseppe Barreca ha detto...

Sempre una poetessa che colpisce, e lo sa fare bene...

27/9/13 8:18 AM  
Blogger Giuseppe Barreca ha detto...

Una poetessa che colpisce sempre... e lo sa fare bene...

27/9/13 8:18 AM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page